DISFONIA FUNZIONALE - Logopedista Paola Perrone

DISFONIA FUNZIONALE

logopedia disfonia

ecco un esempio di disfonia:

sei un’insegnante, lavori da una vita. Hai sempre svolto il tuo lavoro con impegno e passione, ma in questo momento ti costa fatica. Hai in gola un senso di corpo estraneo; a fine giornata resti con un filo di voce e, il mattino seguente il solo pensiero di dover parlare per ore in classe, ti fa star male. Forse le tue corde vocali non stanno più lavorando bene come una volta, è il caso di prendersene cura e ritornarle ad un equilibrio sano e sostenibile.

 

Ricorda che

 

Sulle corde vocali non esistono i recettori del dolore, quindi  la presenza di afonia (perdita completa della voce), fonoastenia (voce flebile, fioca e affaticata) o raucedine (velatura più o meno grave della voce) sono gli unici segni con cui le corde possono dirti che stanno soffrendo. Quando si usa male la voce per lungo tempo, si può favorire la formazione di un inspessimento, a carico del bordo cordale, che si chiama nodulo. I noduli sono formazioni benigne, quasi sempre bilaterali. Quando un problema vocale persiste per più di 15 giorni, è opportuno rivolgersi ad un medico Otorino o Foniatra per  l’inquadramento diagnostico. Sulla base di esso definiremo il piano riabilitativo.